diabete, alimentazione

La dieta per diabetici: 10 consigli per tutte le età

Una dieta per diabetici che sia valida per tutti non esiste: ogni persona, infatti, risponde in maniera differente, al di là del fatto che esistono diversi tipi di diabete. Ciò non toglie che vi siano alcuni consigli che vale la pena di seguire sempre: si tratta di compiere specifiche scelte alimentari che, a prescindere dalla tua età, se hai il diabete ti permettono di tenere il tuo peso sotto controllo, di gestire la glicemia (cioè il livello di glucosio nel sangue) e di limitare il rischio di ictus, problemi cardiaci o altre complicanze della malattia.

La gestione del peso

Sia che tu soffra di diabete di tipo 1 sia che tu soffra di diabete di tipo 2, è fondamentale che prendere decisioni corrette dal punto di vista delle scelte alimentari. Con il diabete di tipo 1, in particolare, devi badare al conteggio dei carboidrati per mantenere la glicemia costante. Con il diabete di tipo 2, invece, se sei in sovrappeso devi impegnarti per dimagrire, poiché la gestione della malattia viene facilitata da una salute fisica ottimale.

Le diete povere di carboidrati e quelle con un apporto calorico ridotto sono fortemente raccomandate; i medici suggeriscono, in particolare, la dieta mediterranea.

Leggi anche: Prevenzione del diabete: ecco come fare

I consigli che ti aiutano se hai il diabete

Abbiamo individuato 10 accorgimenti alimentari di massima che possono aiutare chi ha il diabete, vediamoli insieme:

Riduci l’assunzione di zuccheri semplici

In una dieta per diabetici è fondamentale evitare un abuso di zucchero. Tra l’altro il suo consumo innesca un circolo vizioso: mangiare zucchero porta a mangiare altro zucchero. Per questo motivo dovresti imparare a tenere lontane le bibite zuccherate e quelle che vengono dolcificate con i sostituti naturali dello zucchero o con gli edulcoranti sintetici.

Anche prodotti in apparenza insospettabili contengono zuccheri, malti o sciroppi: ti conviene iniziare a leggere con attenzione le etichette degli alimenti!

Riduci l’assunzione di sale

Un consumo eccessivo di sale contribuisce ad accrescere il rischio di ipertensione arteriosa, che nelle persone che soffrono di diabete aumenta il rischio di malattie cardiovascolari, di retinopatia e di nefropatia.

La dieta per diabetici deve essere povera di sale, in modo che i valori pressori possano essere normalizzati. Se soffri di ipertensione, dovresti scegliere il sale dietetico, cioè senza sodio.

Riduci l’assunzione di grassi

Anche la quantità di grassi assunti deve essere monitorata: non eliminata del tutto, ovviamente, poiché i lipidi sono fondamentali per disporre di una riserva di energia.

Ci sono grassi sani e grassi non sani: i primi sono quelli presenti nell'olio di girasole, nell'olio di colza, nell'olio di oliva, nel pesce grasso, nell'avocado, nei semi e nella frutta secca; i secondi sono quelli saturi, che accrescono le probabilità di soffrire di patologie cardiache e incrementano il colesterolo nel sangue.

I grassi non sani sono presenti soprattutto negli alimenti trasformati e nei prodotti di origine animale.

Presta attenzione ai carboidrati

La glicemia viene influenzata in maniera significativa dai carboidrati, ma non tutti sono uguali: dovresti imparare a controllare la loro quantità e a privilegiarne alcuni. Le fonti di carboidrati salutari sono il riso integrale, il latte non zuccherato, lo yogurt, le lenticchie, i fagioli, i ceci, le verdure, la frutta, l’avena e il grano saraceno. È importante ridurre il consumo di riso bianco, pane bianco e alimenti a basso contenuto di fibre.

Introduci proteine a ogni pasto

Sia a pranzo che a cena dovresti assumere delle proteine di qualità: in questo modo non corri il pericolo di saziarti unicamente con cibi ricchi di carboidrati.

Un simile consiglio, tuttavia, è riservato ai pazienti che non presentano complicanze a livello metabolico-funzionale; in quest’ultimo caso, invece, è opportuno aderire a uno specifico regime alimentare messo a punto da uno specialista.

Fai sempre colazione

Una prima colazione consistente ti permette di tenere sotto controllo nel corso della giornata la concentrazione di zucchero nel sangue e di limitare il picco glicemico che si verifica dopo pranzo: in questo modo l’insulina può regolare in modo ottimale i livelli di zucchero nel sangue.

Assumi vitamine e minerali

Non c’è bisogno di ricorrere a integratori di minerali e di vitamine anche perché, allo stato attuale, le conoscenze scientifiche non dimostrano che essi siano utili per gestire il diabete. Ovviamente devi introdurre questi nutrienti essenziali attraverso la dieta, optando per un regime alimentare sano ed equilibrato.

Tieni presente che a volte gli integratori possono avere effetti negativi sulle malattie renali o addirittura interagire con i farmaci.

Evita di digiunare

In una dieta per diabetici non ci deve essere spazio per periodi di digiuno prolungati. Sia il pranzo che la cena, inoltre, devono essere pasti completi, costituiti da carboidrati, proteine, frutta e verdura.

Evita le fritture

I metodi di cottura su cui dovresti puntare sono quelli più semplici: la cottura alla piastra, quella al forno, quella al cartoccio, quella al vapore, e così via. Vanno messe al bando, invece, le fritture e le pietanze impanate, che prevedono un consumo eccessivo di olio.

Fai molta attività fisica

Oltre a seguire una dieta sana, devi essere anche attivo fisicamente: fare movimento ogni volta che ne hai la possibilità ti consente di diminuire il rischio di problemi cardiaci e di gestire il diabete. Infatti, attraverso l’esercizio i muscoli usano più glucosio e l’organismo utilizza in maniera più efficiente l’insulina.

Sarebbe auspicabile camminare almeno tre quarti d’ora una volta al giorno, ma sono sufficienti dei semplici accorgimenti per aiutarti a muoverti di più: per esempio fare le scale a piedi invece di prendere le scale mobili o l’ascensore. Se non ami la bici, inoltre, quando ti sposti in macchina cerca di non parcheggiare vicino alla tua destinazione, ma lascia l’auto a una certa distanza, in modo che tu possa camminare un po'.

Le analisi per il diabete in farmacia

Seguendo una dieta sana, è possibile pertanto gestire il diabete in modo ottimale e avere una glicemia stabile e nella norma.

La glicemia va però sempre monitorata: per fare in modo che il monitoraggio della glicemia sia più veloce e più facile, la via più veloce è un prelievo del sangue in farmacia: sono molte le farmacie che ti offrono questo servizio, pratico e veloce, basta una piccola goccia di sangue prelevata da un dito e, in poco tempo, avrai i valori di riferimento con la stessa affidabilità di un test in laboratorio.

Utilizza il nostro Store Locator e trova la farmacia più vicina a te che ti permette di eseguire il test dell’emoglobina glicata in tempi rapidi. Clicca qui per accedere!

Bibliografia
https://medlineplus.gov/diabeticdiet.html
www.epicentro.iss.it/diabete/
www.cdc.gov/diabetes/managing/eat-well.html
www.siditalia.it/divulgazione/alimentazione-e-diabete